LUIGI TECCE SATYRICON 2013 IRPINIA CAMPI TAURASINI DOC Visualizza ingrandito

LUIGI TECCE SATYRICON 2013 IRPINIA CAMPI TAURASINI DOC

Nuovo prodotto

"Il mio obbiettivo è quello di rispettare il più possibile il territorio, producendo vini naturali e sinceri".

Questo è il pensiero di Luigi Tecce viganiolo vero e puro...

Maggiori dettagli

7 Articoli

23,50 € tasse incl.

Dettagli

Il mio obbiettivo è quello di rispettare il più possibile il territorio, producendo vini naturali e sinceri".

Questo è il pensiero di Luigi Tecce viganiolo vero e puro.

Le sue vocatissime vigne di famiglia a Paternopoli e Castelfranci producono un Aglianico che grida vendetta per un territorio spesso sottovalutato, siamo di fronte ad un produttore che darà il via alla rinascita di un grandissimo vino il Taurasi erroneamente chiamato, solo per  motivi commmerciali, il Barolo del Sud.

Questo Aglianico Irpino leggiadro ed elegante pprende il nome da Satyricon opera di Petronio Arbitro nella quale si  sbeffeggia il potere, e poi il Satiro rappresenta la  parte maschile della natura,  portatore di gioia e  di festa.

Caratteristiche organolettiche: colore rubino intenso dai riflessi porpora, inizialmente al naso si presenta con profumi di prugna , china, fieno ma i profumi che emozionano di più se lo si sa aspettare sono di grafite, cenere insomma una grande mineralità data dal suolo di matrice  vulcanica. In bocca ha grande corrispondenza gustolfattiva, intenso, fresco e saporito di buona struttura il tannino dell'Aglianico c'è ma ben levigato.Finale lungo  e di grande pulizia.

 

Il Satyricon è stato prodotto nell'annata 2013 in appena 6600 bottiglie.

 

Servizio e conservazione: servire in calici di media ampiezza ad una temperatura di 18° C.

Conservare in luogo fresco e buio, stiamo parlando di un  Aglianico di grande qualità e l'evoluzione è assicurata.

La grandezza di questo vino è che lo si può abbinare in un pasto completo dagli antipasti a base di salumi e formaggi (di qualità mi raccomando) a primi con pasta fresca (meglio se fatta in casa) o con pasta con tafilature al bronzo condite con sughi che possono andare dai funghi a carni bianche o rosse per arrivare fino ai secondi a base di carne come un semplice galletto alla brace,  arista con l'osso,faraona  e grigliate.

In retro etichetta, non senza coraggio è raccontata tutta la naturalità dl vino!