SOAVE CLASSICO LE BINE DE COSTIOLA 2012 TAMELLINI Visualizza ingrandito

SOAVE CLASSICO LE BINE DE COSTIOLA 2012 TAMELLINI

Nuovo prodotto

L'amore di Gaetano e Pio Francesco Tamellini per le uve Garganega è indiscusso! Pur avendo iniziato a vinificare nel 1998 , la loro storia ha inizio tre generazioni fa, il nonno figura fra i fondatori della storica Cantina di Soave. In cantina si usa acciaio sia durante la vinificazione sia durante la maturazione dei vini, escludendo totalmente l'uso della barrique.....

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è più disponibile

14,00 € tasse incl.

Dettagli

L'amore di Gaetano e Pio Francesco Tamellini per le uve Garganega è indiscusso! Pur avendo iniziato a vinificare nel 1998 , la loro storia ha inizio tre generazioni fa, il nonno figura fra i fondatori della storica Cantina di Soave. In cantina si usa acciaio sia durante la vinificazione sia durante la maturazione dei vini, escludendo totalmente l'uso della barrique. Le Bine de
Costìola, come si chiama a partire dalla vendemmia 2005,  rimasto  l’unico  cru  della  famiglia  dopo  l’usci-ta  di  scena  (a  partire  dal  2004)  del Soave Classico Anguane.  Il cru delle Bine de Costìola, nasce, come suggerisce  il  nome,  nella  sottozona  Costeggiola, una  delle  più  importanti  della  zona  classica,  lungo una superficie vitata di poco più di cinque ettari, po-
sta a un’altitudine di 60 metri con pendenza del 5% ed esposizione  in pieno sud  (“costìola” è un  termine dialettale, di probabile derivazione latina, che significa “a metà costa in pieno sole”). Il sistema di allevamento è la pergola veronese e il terreno è di origine vulcanica
con composizione pedologica mista: basalti, argille e sabbia  si alternano  lungo  stratificazioni e giustappo-sizioni di  terre nere e rosse. La garganega di queste vecchie “bine” (“filari” in dialetto veneto), la cui età de-gli impianti oscilla tra il 1930 e il 1970.

 

 

Caratteristiche organolettiche: Tra i paglierino e l'oro con striature verdoline. Al naso è intrigante ed elegante con profumi di nespola, pompelmo e lime si associano aromi di ginestra, sambuco e mughetto con forti toni minerali. in bocca denota esemplare freschezza, morbidezza glicerica e ottima spalla sapida. E' equilibrato, di straordinaria struttura e lunga persistenza agrumata. Un piccolo grande vino!

 

Servizio e conservazione: servire ad una temperatura di 12°C , evitate il frigo questo è un vino Vivo se è possibile usate il secchiello del ghiaccio, in calici di media ampiezza. Conservare in un luogo al riparo da calore e luce intensa .12 gradi alcool

Provato su Rombo cotto in padella con un filo di olio extravergine su foglie di Timo fresco e pomodoro confit....stupendo.

Comunque è un vino che si può adattare a qualsiasi pesce da Spigola, Orata, San Pietro...