CASA CATERINA BRUT GRAN RUC 2000 N.D. View larger

CASA CATERINA BRUT GRAN RUC 2000 N.D.

New product

La presenza della famiglia Del Bono a Monticelli Brusati è documentata nei registri notarili dell'abbazia olivetana di Rodengo Saiano fin dal XII secolo. I Del Bono sono sempre stati dei lavoratori della terra, mai “Signori”. I sacrifici e la fatica sono iscritti nei loro cromosomi...

More details

3 Items

Warning: Last items in stock!

85,00 € tax incl.

More info

La presenza della famiglia Del Bono a Monticelli Brusati è documentata nei registri notarili dell'abbazia olivetana di Rodengo Saiano fin dal XII secolo. I Del Bono sono sempre stati dei lavoratori della terra, mai “Signori”. I sacrifici e la fatica sono iscritti nei loro cromosomi. Sulla scommessa del vino di qualità oggi sono impegnati i due fratelli Aurelio ed Emilio, figli di Caterina, cui hanno dedicato l'azienda per i meriti conquistati sul campo e di Francesco che fino a poco tempo fa aiutava nel lavoro in Vigna ( purtroppo in occasione della mia visita Aurelio in pochi mesi ha perso la sua amatissima moglie e suo padre braccia e anima dell'azienda). Casa Caterina è una delle poche piccole aziende che può vantare la presenza globale di soli impianti allevati col sistema gujot e col cordone speronato. La collocazione geografica dei vigneti aziendali è eccellente: zone come Gaina, Colombaia e Persaga sono tra le più vocate di tutta la Franciacorta orientale. Grande esposizione, terre “forti”, pendenze notevoli. Scelta dei terreni e sistemi di allevamento sono quindi di alto livello. Le produzioni di Casa Caterina sono molto limitate (neanche 15.000 bottiglie), curate allo spasimo e il sistema produttivo è Biodinamico.

Su questa bollicina l'animo sovversivo di Aurelio Del Bono ha preso il sopravvento, con ironia quasi velenosa ha chiamato questo splendido Blanc de Noirs da Pinot Munier , non dosato (N.D.) e con appena 180 mesi di affinamento sui lieviti prima della sboccatura, GRAN RUC che altro che non è una parodia dei più famosi Gran Cru.

Questa bollicina nasce da un idea rivoluzionaria, da un vitigno , il Pinot Munier, amato dai Del Bono ma bandito dal consorzio Franciacorta.

Una bollicina unica nel suo genere, sicuramente in Italia e  che non teme il confronto con qualche cugino oltreconfine....è già successo!